________________________________ non cucino, gioco: something about me ________________________________

martedì 15 febbraio 2011

LA TORTINA
una piccola tradizione



















Non abbiamo mai festeggiato San Valentino.
Sì, lo so, lo so... ora mi prenderò della scarsamente romantica, ma che ci volete fare...
Tral'altro in tale giorno ricade anche il compleanno della mum e ricordo un anno in cui, come regalo, la invitammo a cena in un posticino delizioso.
Solo alla fine degli antipasti mi resi conto che intorno a noi erano tutte coppiette.
Sembravamo iomammetettù, la coppia accompagnata dalla sòcera... :D
L'unica ricorrenza che si è fatta strada piano piano negli anni, in questo giorno, è portare a tavola una tortina. Ma d'altronde come resistere... per San Valentino i pasticceri danno il meglio misurandosi in dolcetti piccoli, ma ben curati, di ogni forma e colore.
Impossibile resistere!
Quest'anno però, per la prima volta, l'ho fatto da me :)

Ringrazio tantissimo Stefania che mi ha virtualmente accompagnata nel corso d'opera (con ansie da prestazione annesse) per la creazione del suo Pan di Spagna, il primo per me.
E' ottimo: soffice e delicato. Una base perfetta, ma dovrete resistere alla tentazione di azzannarlo così com'è!
La farcitura invece l'ho presa da Semi di Papavero, provvidenzialmente postata giusto giusto ieri...

Quando l'hommo ha assaggiato il primo morso, l'ho guardato di sottecchi per notare la reazione.
Masticando, pian piano che gli elementi han cominciato a dialogare tra loro sulle papille, ha allargato gli occhi e ha detto: hai fatto il mou!! O_O
Ragazzi...con il pds dell' Araba Felice, il caramello di Semi di Papavero e la ganche al fondente di Dolci fatti in casa di Guido Tommasi... è venuta una tortina goduriosa da spavento!
La foto rappresenta chiaramente il dolcetto tutto intero, ma per far capire l'entità pericolosa della crema mou (che ho addizionato di granella di mandorle e usata a completo raffreddamento) ne ho voluta mettere accanto una palettata.
Divino!

Ingredienti e dosi per uno stampo tet-a-tet di 15 cm:
2 uova
60 gr di amido di mais
80 gr di zucchero semolato (la prossima volta ne metterò anche solo 60)
il succo di 1/4 di limone
un pizzico di sale qualche goccia di limone per montare gli albumi

per il mou:
50 gr di zucchero semolato
125 ml di panna
25 gr di burro tassativamente salato
30 gr di mandorle tritate grossolanamente

per la ganache:
100 gr di cioccolato fondente al 70%
80 ml di panna
20 gr di burro a temperatura ambiente

mandorle a lamelle per decorare

pds:
-montare a neve gli albumi con qualche goccia di limone.
-quando saranno fermissimi aggiungervi i tuorli, sempre sbattendo con le fruste (è vero! non si smontano!)
-Quando il composto sarà omogeneo aggiungere lo zucchero e sbattere finchè non sia amalgamato.
-Aggiungere poi, poco alla volta, l'amido setacciato, incorporandolo delicatamente con una spatola.
-Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato con l'amido di mais, riempiendolo al massimo per i 2/3.
-Infornare a 180° per i primi 10 minuti e scendere e 170° per i successivi 10. Date le dimensioni dello stampo basteranno 20 minuti di cottura, forse anche 17/18...
-NON APRIRE il forno prima che sia cotto, come raccomanda la Stefi, o si affloscerà irrimediabilmente.
-Spegnere poi il forno, tenerlo socchiuso con l'ausilio di un mestolo o un turacciolo e lasciare riposare il dolce per circa 5 minuti.
-Poi estrarlo e quando è intiepidito avvolgerlo in un sacchetto del pane e poi in uno di plastica fino a completo raffreddamento.

mou:
-mettere lo zucchero in un pentolino dal fondo spesso su fiamma bassa e attendere che sia sciolto e dorato.
-a questo punto versarvi sopra la panna precedentemente riscaldata, un po' alla volta, facendo attenzione agli schizzi bollenti e mescolando energicamente.
-sempre mescolando lasciare sul fuoco ancora qualche minuto.
-togliere dalla fiamma e aggiungere il burro. Tassativamente deve essere burro salato (o perlomeno burro+sale) perchè sennò il tipico gusto del mou ce lo scordiamo...
-fare raffreddare completamente e aggiungere le mandorle tritate.

ganache:
-grattugiare il cioccolato in un contenitore capiente
-versarvi sopra la panna bollente e mescolare finchè il composto sia omogeneo
-aggiungervi il burro e accorpare finchè l'amalgama non sia liscio.

Assemblare poi il dolce tagliando a metà il pds, farcendolo con il mou (se volete potete inumidiere un po' il pds spennellandolo con un poco di latte) e ricoprendolo con la ganache.
Decorare a piacere.

Inutile ripetere quanto era buono, vero?? :)

39 commenti:

  1. La voglio provare anche io, mi hai davvero convinta! Sembra deliziosa!! :)

    RispondiElimina
  2. "iomammetettù" mi ha fatto morire dal ridere!!! La torta, invece, mi fa sospirare!

    RispondiElimina
  3. La voglio provare anche io!.... quando posso passare ad assaggiarla? Lo so, lo so: già ci vizi, ma non resisto a lanciarti appelli e il mou mandorlato deve essere delizioso! ;-))

    RispondiElimina
  4. Accidenti, ti sei data da fare... complimenti cara.
    Sai, percepire di sottecchi le reazioni dell'hommo per me è diventato uno sport!
    Un abbraccio,

    wenny

    RispondiElimina
  5. Meravigliosa =) poi la prima foto mi piace tantissimo =)e mi sa che siamo tutte bravissime a decifrare i fidanzati quando assaggiano ormai=)

    RispondiElimina
  6. Prima l'assalto alla paletta con il mou e dopo alla tortina!!Che goduria ragazza mia,stà sicura che da quest'anno il marito non si accontenterà più di dolci già pronti!!Ormai inizi a viziarlo troppo!
    Bravissima !!

    RispondiElimina
  7. Brava! Mi piace molto addizionata di granella!

    RispondiElimina
  8. Ma neanche noi abbiamo festeggiato ..chissenefrega di San valentino :-) E poi 'sta bomba calorica magnifica la posso preparare in ogni momento, no????^_^ Dani per la crema mou impazzirebbe...quanto a te, immagino gli effetti che avrà avuto su "l'hommo":-)

    RispondiElimina
  9. "iomammetettù" :))))))))))))) sei una forza! Però davvero la scena poteva sembrare da "terzo incomodo" più che da festeggiata d'occasione...povera mamy! Di festeggiare S. Valentino non me importa un pifferino ma una fetta di torta invece la gradirei eccome. E’a quel caramello salato che sto facendo la corte da un po’...c’è anche il burro che aspetta in frigo...dici che sarà il caso di cedere o corro seri rischi di dipendenza :D? Un baciotto

    RispondiElimina
  10. ecco, in questo momento desidero solo essere lui, guardati ed esclamare "hai fatto il mou!!"
    ;D
    anche il mio san valentino in pratica non esiste... delle volte c'è un dolce delle volte manco quello!
    bacini
    Vero
    "iomammeteettu" non ha prezzo sappilo.

    RispondiElimina
  11. altro che tortina...è uno spettacoloooooooooo!!! e sopratutto è golosissima!! compliments...

    RispondiElimina
  12. Ehm, visto che san Valentino ogni tanto lo fate in compagnia, la prossima volta posso venire anche io? Solo se prepari questo, pero' ;-)

    Mille grazie e complimenti per il dolce stupendo e super godurioso!

    RispondiElimina
  13. ammazza che bontà! goloso golosissimo così cioccolatoso! baci

    RispondiElimina
  14. Mammamia la mou, ma quanta me ne mangerei...!

    RispondiElimina
  15. Una meraviglia questa tua tortina brava e brava e brava :)

    RispondiElimina
  16. non voglio nemmeno iniziare a contare le calorie.... tu la prova costume non la temi eh?

    RispondiElimina
  17. Sono senza parole... Una torta da svenimento!! :)

    RispondiElimina
  18. L'unione che fa la forza...e che forza! =)

    RispondiElimina
  19. Ma ti crediamo... eccome ti crediamo :) E' proprio vero che l'unione funziona e tu hai pescato in giro suggerimenti ed hai riunito il tutto in un unico e spettacolare tortino! Bravissima

    RispondiElimina
  20. Ti crediamo cara, come si può resistere a tanta golosità!! baciotti

    RispondiElimina
  21. ...Che acquolina, Tesora!
    La tortina è....assassinamente incantevole!!!

    Baciotti
    Elisa

    RispondiElimina
  22. Una torta al mou?!? Boooona! Complimenti anche per la decorazione!

    RispondiElimina
  23. E' golosa e chic allo stesso tempo: perfetta per festeggiare un S. Valentino speciale :D
    Il burro salato rende speciali i dolci :D

    RispondiElimina
  24. Mmmmmmmm, che delizia......senti, prima di mangirmi una bella fetta di questa torta celestiale, sarei molto attratta dalle varie spatole e mestoli.....Ecco, diciamo che non resisterei all'idea di darti una mano a pulire le ciotole. Non ci credereai ma è la parte che preferisco dei dolci :D
    Dev'essere meravigliosa questa torta. Cioccolato e mou mi ricorda qualche snack di cui andavo matta :Dù
    Un bacione

    RispondiElimina
  25. ma che bontà, ma che bontà!! ci hai fatto venire un'acquolina..!
    passa a trovarci =)
    baci
    MMM
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  26. che tortina meravigliosa e chiamarla tortina è quasi offensivo!!!!Bravissima. un bacio
    p.s. Ho indetto il mio 1° contest ti va di partecipare?
    http://verdecardamomo.blogspot.com/2011/02/il-mio-1-blogcompleanno-e-un-contest.html

    RispondiElimina
  27. .. dunque... l'ho vista ed era bella... l'ho letta e m'è sembrato di mangiarla a me... so pure ingrassata.. ma tanto ingrasso anche col minestrone, io ... ora voglio fare per forza il mou.. anche io... aspett... fammi andare a vedere e barrette di cereali qui a fianco va!! Buongiorno!!!

    RispondiElimina
  28. @ Tutti: grazie infinite per il vostro passagio che leggo sempre con gioia.
    E proprio perchè vi voglio bene vi faccio una sana raccomandazione: non fate quel caramello! Decisamente crea dipendenza e occhio pallato. E quando sarà finito vagherete per la casa in piena astinenza cercandone ancora e ancora! :D

    RispondiElimina
  29. Ciao! e per fortuna che non lo festeggi...guarda qui che meraviglia hai combinato! dolcissima e davvero bellissima!
    complimenti!
    baci baci

    RispondiElimina
  30. Intanto posso dire che bellaaa...e poi spero di poterla fare presto anche io...monoporzione però, il mio simpatico maritino non ama i dolci...e le scaglie di mandorle, sembravano petali di rosa nella foto. Bella e romantica.
    Un bacio
    Claudia

    RispondiElimina
  31. Da svenire, deve essere meravigliosa!

    RispondiElimina
  32. questa torta mi fa impazzire!
    adoro il MOU!!!!!

    RispondiElimina
  33. Questa torta "a più blogger" sembra il trionfo della golosità! Che acquolina e ti confesso che sulla foto ho cercato si sostare il meno possibile :-)...Ora capisco perchè mi hai detto che il burro salato e le ricettine sfiziose con esso realizzato ti mandano in crisi...Guarda poi cosa ci combini tu...E quel mou dev'essere spaziale...Cmq carina la cena a tre la sera di San Valentino...Io odio l'essere convenzionali e la vostra cena non lo era di sicuro ;-)...Un bacione

    RispondiElimina
  34. UN TRIONFO DI CIOCCOLATO!!!!
    D'ALTRONDE PER S.VALENTINO TUTTI I PECCATI DI GOLA SONO CONCESSI!!!!!
    ALTRIMENTI CHE FESTAè!!!!
    BUONA CUCINA!!

    RispondiElimina
  35. Nemmeno io ho mai festeggiato San Valentino con il mio fidanzato/assaggiatore-di-fiducia. Altro che "scarsamente" romantiche, caso mai siamo "alternativamente" romantiche quel giorno :D (si potrà dire in italiano?)
    Il dolcetto merita una festa a sè, sento la Forza scorrere potente in lui :D

    RispondiElimina
  36. Non ho capito una cosa: ma quant'era buono??? E poi, Culy cara, lasciatelo dire... sai che sei scarsamente romantica? :-D
    Comunque questa torta è da delirio e ti assicuro che non c'era alcun bisogno di infierire con palettate di crema mou! SADICAAAAAA :-)

    RispondiElimina
  37. Quanto deve essere buono questo tortino????? Mi piace poi il fatto che sia un dolce tete a tete da condividere solo con la mia dolce metà...un bacino la stefy

    RispondiElimina
  38. ecco...sì...questo è decisamente il dolce della felicità :))) ci vorrei festeggiare dal primo al 121esimo anno di età :))) Auguri ancora a te e a tua mamma...uno più in ritardo dell'altro ;P mille baci per una :)

    RispondiElimina
  39. Ma quanto sei brava!!

    RispondiElimina